Scambiatori di calore SSHE H10

 Per il progetto Hercules è stata stipulata una convenzione di ricerca con l’Università di Parma che ha consentito di determinare corretti coefficienti di scambio, corretti assorbimenti di potenza e studio sui materiali in presenza dei vari prodotti testati che ha permesso ad MBS di sviluppare un proprio programma di calcolo per ottenere la massima efficienza degli scambiatori prodotti

 

Hercules rappresenta un’ottima soluzione in caso di prodotti ad alta viscosità, con particolati in sospensione e tendenza ad aderire alle superfici di scambio, per trasformare un processo da “batch” a “continuo”, determinando un significativo miglioramento del coefficiente di scambio.

 
Costruzione
È costituito da un tubo con un albero raschiatore a lame rotanti.
 
Materiali degli scambiatori di calore
Scambiatore: acciaio inossidabile AISI 304/316 L
Lame: PPS, PEEK (Sono disponibili lame rilevabili al metal detector)
Tenute meccaniche: sono selezionati i materiali a seconda dell’applicazione
Guarnizioni: EPDM, VITON, PTFE (lato prodotto); PTFE, NBR, EPDM, VITON (lato servizio)
 
Pressione e temperatura di progetto
19,5 bar (lato prodotto); 10 bar (lato servizio);
184 °C temperatura massima, -30 °C temperatura minima
 
Come funziona
1 - Il prodotto da trattare entra nello scambiatore di calore attraverso una testata, la cui geometria è concepita per facilitarne l’ingresso e diminuirne lo stress.
2 - Una volta entrato nel cilindro, il prodotto è continuamente rimosso dalla parete di scambio mediante le pale rotanti, che garantiscono oltre a un buon rimescolamento e ad un’ottima uniformità di temperatura, la pulizia delle pareti di scambio.
3 - Il media di servizio attraversa contemporaneamente, in contro corrente, la sezione esterna.
 
Campi di applicazione
Particolarmente indicato per prodotti a media ed alta viscosità, anche con particolati in sospensione. Perfetto per fluidi complessi che tendono a “bruciare”, attaccarsi e/o solidificare a contatto con pareti caldeo o fredde.

Prodotti alimentari ad alta viscosità: salsa di pomodoro, concentrati, chetchup, mayonnaise, salse varie, confetture, zuppe, gelatine, baby food, cioccolato, dessert oli, grasso, ecc.;
Prodotti alimentari con solidi in sospensione: yogurt con frutta, ragù, carne macinata, pet foot, ecc.;
Prodotti alimentari che tendono a cristallizzare: estratti di caffè, the, soluzioni zuccherine, miele, vino, birra, margarina, ecc.;
Prodotti alimentari caramellosi: burro, cagliate, gelato, caramel, salse di formaggio, lecitina, confetture, ecc.;

Vantaggi degli scambiatori di calore a superficie raschiata:
- Alta efficienza di scambio con prodotti impegnativi
- Trattamento delicato dei prodotti
- Massima igenicità
- Facilità di smontaggio ed ispezione
- Semplicità nella manutenzione